Nasi Elettronici

I nasi elettronici sono degli strumenti che lavorano in analogia al sistema olfattivo umano. Sono in grado di misurare e riconoscere l’odore in ricaduta (immissione) presso ricettori sensibili posizionati ad una certa distanza da una realtà produttiva.

placehold

 

 

I nasi elettronici (o sistemi olfattometrici artificiali) sono degli strumenti che simulano il riconoscimento degli odori del sistema olfattivo umano attraverso l’uso di sensori di ossidi metallici semiconduttori, fornendo una cosiddetta “impronta olfattiva”. Le analisi mediante naso elettronico sono costituite dalle seguenti fasi:

•Prelievo e analisi dei campioni odorigeni;

•Addestramento dello strumento;

•Monitoraggio presso il recettore;

•Determinazione quantitativa e qualitativa del potenziale impatto di diverse sorgenti.

L’addestramento è una fase fondamentale dell’utilizzo dei nasi elettronici perché consente di istruire lo strumento al riconoscimento degli odori che vengono ricercati durante la fase di monitoraggio. Il naso elettronico non fa un’analisi chimica della miscela gassosa in esame, bensì fornisce la sua impronta olfattiva e successivamente la confronta con l’archivio di dati di riferimento memorizzati durante la fase di addestramento.

Infatti, come il naso umano, i nasi elettronici riconoscono un odore solo se ne hanno fatto esperienza in passato.

LOD utilizza nasi elettronici EOS Ambiente della ditta SACMI, sia da banco che per uso esterno. Il loro utilizzo può essere utile:

•Ai gestori di impianti che vogliono monitorare il proprio impatto olfattivo;

•Alle istituzioni o ai comitati di cittadini che desiderano monitorare l’impatto olfattivo presso un recettore.

I nasi elettronici risultano particolarmente utili quando sono presenti sul territorio più sorgenti di odore e si desideri capire quale sia la sorgente che produce l’impatto maggiore presso un recettore.