Protocollo Odore

Attraverso il protocollo odore è possibile rintracciare i composti chimici potenzialmente responsabili dell’emissione odorigena.

placehold

La correlazione tra concentrazione di odore ed inquinanti è complementare all'analisi olfattometrica.Le fasi delle attività sono le seguenti: 

· Prelievo dei campioni odorigeni in parallelo al prelievo chimico;

· Analisi dei campioni, sia chimici che olfattometrici;

· Confronto dei valori di concentrazione chimica con le soglie di percezione olfattiva presenti in letteratura;

· Determinazione delle reazioni di sinergia-mascheramento tra i diversi composti nella formazione dell'odore.

 

Una base di partenza per il confronto fra i risultati delle analisi chimiche e le soglie di percezione olfattiva è costituita dalla Tabella 2 dell’Allegato 4 del D.g.r. 15 febbraio 2012 – n. IX/3018 “Determinazioni generali in merito alla caratterizzazione delle emissioni gassose in atmosfera da attività a forte impatto odorigeno”, che si basa sullo studio “Measurement of Odor Threshold by Triangle Odor Bag Method” di Yoshio Nagata del Japan Enviromental Sanitation Center.

I composti da considerare dipendono dalla tipologia di impianto in esame. Le classi di composti più comuni sono: COT, COV, IPA e mercaptani.